Vaccinazioni e situazione sanitaria

Bookmark and Share

 

  • Vaccinazione: Nessuna. Il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è obbligatorio chi ha soggiornato nei 10 giorni precedenti all'ingresso nelle Fiji in zone infette.
  • Formalità valutarie: Nessuna
  • L'assistenza in ospedale è garantita in modo soddisfacente solo nella capitale, anche se il personale di dottori e di infermieri scarseggia. Solo nella capitale esistono attrezzature per i casi di embolia. Le zone rurali hanno solo ambulatori con scarsissime attrezzature. A Suva esiste un ospedale privato di proprietà australiana economicamente poco accessibile ma che almeno offre servizi adeguati. Per i casi più seri è comunque preferibile il trasferimento in un ospedale australiano o neozelandese.

    Si consiglia, di stipulare, prima di intraprendere il viaggio, un'assicurazione sanitaria che preveda, oltre la copertura delle spese mediche, anche l'eventuale rimpatrio aereo sanitario d'emergenza o il trasferimento in altro Paese.

    La situazione sanitaria in generale è buona. Non esistono infezioni virali. Durante il periodo delle piogge (novembre-aprile) vi sono casi di dengue come anche in altre isole, causati dalla puntura delle zanzare e che in alcuni casi può essere anche fatale. Si consiglia di dotarsi perciò di repellenti per insetti e di tendine per coprire i letti.