Avvisi e Informazioni Utili

Bookmark and Share

AVVISI

  • Il 5 dicembre 2006, con un colpo di stato, il Comandante delle forze armate rimosse il Primo Ministro, dichiarando lo stato di emergenza, che è tuttora in vigore. Da gennaio ha formato un governo ad interim che ha tra i principali obiettivi, la lotta alla corruzione, la stabilità politica e l'armonia etnica e conta un ritorno alla democrazia entro il 2010 
  • Dal 6.3.2007 - La situazione di sicurezza nella capitale e nel resto del Paese è calma ed è sotto controllo militare. L'aeroporto di Suva e le principali vie di comunicazione della città sono agibi, anche se permangono posti di blocco nelle principali strade. A coloro che scelgono le Isole Fiji come meta dei loro viaggi, si raccomanda di adottare misure di prudenza durante la permanenza, di evitare manifestazioni e di tenersi costantemente informati sulla situazione, anche consultando i seguenti siti predisposti dal Dipartimento degli Affari Esteri australiano: www.smartraveller.gov.au, nella sezione dedicata alle Isole Fiji: www.smartraveller.gov.au/zw-cgi/view/Advice/Fiji .Si raccomanda inoltre di mantenersi in stretto contatto con il Console Onorario a Nadi e con l'Ambasciata d'Italia in Canberra. Si raccomanda infine di registrare i dati relativi al viaggio sul sito: www.dovesiamonelmondo.it ,e di segnalare all’arrivo nelle Fiji la propria presenza nel Paese all’Ambasciata d’Italia in Canberra. 
  • Il Paese, pur essendo in zona sismica, non ha subito grandi terremoti. Durante la stagione delle piogge (novembre-aprile) vi è il rischio di inondazioni e frane.
    Si consiglia pertanto di:
    - conservare i documenti originali e i valori in luoghi sicuri.
    - essere prudenti nella guida, soprattutto di notte, a causa della scarsa illuminazione e del cattivo stato della strada (la guida è a sinistra).
    - adottare cautela nel praticare sport acquatici.
    Si consiglia di bere solo acqua in bottiglia, anche se l'acqua corrente è generalmente potabile (esclusa nella stagione delle piogge). 
  •  Usi e costumi da rispettare Matrimoni nelle Isole Figi: molti cittadini italiani residenti in Italia scelgono di contrarre matrimonio nelle Isole Figi. A tal proposito si può consultare la pagina web: (www.ambcanberra.esteri.it) dell'Ambasciata d'Italia. A tale scopo, è necessario esporre le pubblicazioni di matrimonio presso il Comune di residenza in Italia. Una volta arrivati nelle Figi, si deve avanzare formale richiesta di matrimonio alle autorità locali. Gli Uffici di stato civile (Registrar's Office) predisposti a ciò sono situati nelle città di Suva, Nadi, Lautoka e Savusavu. All'istanza, da presentarsi immediatamente all'arrivo nelle Isole Figi, dovrà essere allegato il certificato di nascita di entrambi gli sposi; pertanto, è preferibile richiedere al Comune di residenza il certificato di nascita redatto su modello internazionale plurilingue oltre al certificato di stato libero.
    Dopodiché, il certificato di matrimonio figiano dovrà essere legalizzato dal Ministero degli Affari Esteri della Repubblica di Figi (uffici a Suva, Lautoka o Nadi) tramite l'apposizione della postilla ai sensi della Convenzione dell'Aja del 5 ottobre 1961. Una volta legalizzato, dovrà essere trasmesso all'Ambasciata d'Italia in Canberra che provvederà a tradurlo e a prepararlo per la relativa trascrizione in Italia. 
  • Normativa prevista per uso e/o spaccio di droghe (leggere o pesanti): l'uso e lo spaccio di droghe di qualsiasi tipo sono severamente vietati. 
  •  Normativa prevista per abusi sessuali o violenze contro minori: sono previste severe pene detentive. L'omosessualità è considerata illegale e viene punita con pene detentive. Va ricordato che coloro che commettono all'estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione), vengono perseguiti al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese. In caso di problemi con le autorità locali di Polizia (stato di fermo o arresto) si consiglia di informare l'Ambasciata o il Consolato italiano presente nel Paese per la necessaria assistenza.

INFORMAZIONI UTILI

FORMA DI AMMINISTRAZIONE
Le Fiji sono divise in 14 province, ciascuna con le proprie unità amministrative, cioè il villaggio (Koro); a capo del villaggio, c’è il turaga-ni-koro, eletto dagli abitanti del villaggio. Molti Koro formano un distretto (Tikina), e molte tikina formano una provincia o una yasana. Ogni provincia è governata da un capo esecutivo, Roko Tui.

Il Bose Levu Vakaturaga (BLV) è la più alta assemblea dei capi tradizionali delle Fiji, che si incontrano per discutere le problematiche della collettività. Il BLV elegge il Presidente della Repubblica delle Fiji. Attualmente è composto da 55 membri. Tre sono nominate dalle 14 province, 3 dall’isola di Rotuma e 6 dal Ministro degli Affari Fijani .Anche l’attuale Presidente e Vice Presidente sono membri del Consiglio.

BANCHE
Gli orari delle banche sono: 9.00-15.00 dal lunedì al giovedì e alle 16.00 il venerdì; sono chiuse durante le festività. ANZ opera 24 ore su 24 all’aeroporto internazionale di Nadi; Hawaii Bank offre un servizio automatico a Suva, Nadi e Lautoka. La banca centrale è Reserve Bank of Fiji , mentre The National Bank è di proprietà del governo.

Banca  
Australia and New Zealand Banking Group Limited
Indirizzo
Victoria Parade, Suva
Telefono
(679) 302144

Banca 
Bank of Baroda
Indirizzo
Marks Street, Suva
Telefono
(679) 311400

Banca 
National Bank of Fiji
Indirizzo
Victoria Parade, Suva
Telefono
(679) 311999

Banca 
Westpac Banking Corporation Ltd
Indirizzo
Thomson Street, Suva
Telefono
(679) 300666

Banca
Habib Bank Ltd
Indirizzo
Suva
Telefono
(679) 304011

Banca
Bank of Hawaii Victoria Parade,
Indirizzo
Suva
Telefono
(679) 312144

CARTE DI CREDITO

  • American Express, Diners Club, Visa, JCB International e Mastercard sono accetate;

ELETTRICITÀ
240 v e 50 Htz; è consigliabile una presa australiana o un adattatore che molti hotel sono in grado di fornire.

VESTIARIO
Casual sia di giorno che di notte. Si consiglia di indossare magliettine, vestiti di cotone, costumi da bagno, ma non jeans in quanto troppo caldi; di sera è sufficiente una giacca. Occhiali da sole e cappelli sono un must. I sandali sono una buona protezione per camminare sui coralli: se ci si taglia, il succo di limone è un’ottima cura per il dolore.

USI
Bure sono le caratteristiche capanne con il tetto di rami di palme da cocco essiccati. Yaqona (kawa) è la tradizionale bevanda fijiana per le cerimonie di benvenuto. Bula è il saluto di benvenuto che ci si scambia sulle isole.